spezie – come uso il cardamomo

baccelli verdi (green cardamom) piccole dimensioni con 12,20 semi all'interno E’ una spezia che per timore di non sapere come fare, a volte si lascia da parte.

… non ne acquisto mai tanto, 15 /  20 g per volta; i semi devono avere colore verde [da noi si trova soprattutto questo!] intenso non ingiallito secco, mantenersi croccanti nel guscio esterno, starsene al riparo dalla luce e dall’umidità soprattutto.

–         al momento dell’uso, apro il baccello con le mani, estraggo i semi interni e li pesto nel mortaio. In  questa fase si sprigiona un aroma freschissimo.

dove lo metto?

–         nell’acqua di bllitura del pesce (3-4 semi aperti) insieme a sale, una foglia di alloro, qualche bacca di pepe e una fettina di zenzero fresco.

–         nel latte per gelati o nello yogurt per i sorbetti

–         nel riso all’indiana o orientale, ossia lo mescolo insieme ad altre spezie più o meno dolci, per creare la base di sapore (es. riso pulao, garam masala v. ricetta)

–         nella polvere di caffè prima di avviare la moka,

– nell’acqua del tè in infusione (tè nero o verde nell’infusione 1 baccello per teiera aperto, da estrarre dopo 4-5 minuti)

–         nelle zuppe di legumi insieme a una macinata di zenzero, per rendere digeribili e dare un aroma di fresco pestando i semini interni di 1 baccello e aggiungendoli in cottura

–         nell’acqua calda con sale grosso per un pediluvio defatigante per le gambe (abbondate con 4-5 semi aperti e schicciati grossolanamente o se lo avete 5-6 gocce di olio essenziale di cardamomo, un distillato di foresta ! ci vogliono più di 500 kg di semi per farne un litro ma è una vera magia!)

–         marinate – sempre pestando i semini di 2-3 baccelli, aggiungendoli al succo di 2-3 limoni, 1-2 cucchiai di miele ammorbidito, pepe macinato fresco, 1 pizzico di coriandolo per acciughe ad esempio o spiedini di pesce

– infusi digestivi, antigonfiore, antiraffreddamento

 

Autore: valeria

nata in una città di mare dove non si mettono radici ho sempre viaggiato mimetizzandomi nel divenire di luoghi e persone. pratico una cucina corsara al cui centro vive l'attenzione alla materia prima, alle storie, alle provenienze. da anni sono nel commercio equo e solidale, ho attraversato campi, volti e mani di spezie, mescolando culture, diritti e complessità planetarie. sono autrice di "le spezie in cucina" (2004) e "le cucine degli altri" (2008), in ricerca con i laboratori masala per bambini, da 10 anni ormai non smetto di subire senza fine il fascino delle spezie.


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someoneShare on LinkedIn