Intervista a Stefano di hotchili, semi. contaminazione sud nord

peperoncini hotchili

L’avevo promesso ed eccomi, a conoscere da vicino chi vive il peperoncino dall’origine…. il suo seme. Un’ ottima contaminazione sud nord, piccole dimensioni, grandi nomadismi di fuoco.

 

Le nostre sementi sono il nostro vanto e la loro purezza e qualità ci rendono orgogliosi di un lavoro ormai decennale dedicato alla selezione costante di specie rare e poco conosciute.

1. quando nasce il progetto hotchili e come nasce la passione per il peperoncino?

Hotchili nasce nel 2007 a seguito di una passione smisurata del piccante … Da un viaggio fatto ad Alberobello dove in un negozietto dei trulli un Signore mi fece assaggiare una salsa piccante (che gradii fortemente). A quel punto chiesi se ne avesse di piu piccante ancora? ed egli mi rispose che l’aveva ma…. la teneva a casa solo per gli amici ! A quel punto gli chiesi se era possibile almeno avere dei semini di questa razza piccante …. e lui mi disse che erano una cosa difficile da trovare e abbastanza costosa. A quel punto la mia curiosità divenne maggiore e inziai a buttare l’occhio su parecchi forum , dove appunto parlavano del piccante e delle varie razze ma, come sempre il difficile stava nel trovare le razze pure ! Quindi il rischio di avere sorprese era forte… tentai lo stesso e seminai i semi che mi arrivarono (sottolineo gentilmente) e che mi permisero di iniziare a fare i primi passi ed avventurarmi in questa fantastica impresa!

Quindi passò un anno e le prospettive non furono rosee …. infatti al momento della verità, si presentarono piante ibride e con valori di piccantezza pressochè bassissimi ..

Quell’anno decisi che le cose dovevano cambiare in fretta e quindi iniziai a importare semi dai vari paesi direttamene e senza passamano! Importare svariate specie e catturarne i segreti. Mio nipote che si spostava per lavoro, mia sorella che faceva il giro in Australia con varie tappe, io che mi recai In Africa, Filippine, Cina,Singapore,USA e un altra moltitudine di paesi per diletto e per andare a trovare qualche amico ormai tralasciato da tempo… Decisi di prendermi anche la responsabilità di ciò che facevo! Dopo un anno iniziai a produrre i primi peperoncini e quindi a ottenere i semi puri che mi sarebbero poi serviti per creare piante ancor piu pure e selezionate ..

Pur non essendo laureato in agraria o biologia, per me Hotchili è uno strumento interessante di continuo apprendimento e di inizio di nuovi progetti di stabilizzazione di nuove varietà.

Riuscite a vivere di questa agricoltura piccante?

Premesso che non è senza dubbio una forma redditizia sulla quale poter fondare le proprie radici (almeno qui in Italia). Noi vendiamo in Italia e in tutto il mondo ma, solo semi! Le aziende che comprano da noi conoscono ormai la qualità.

La selezione dei semi è un vostro fiore all’occhiello, quali varietà avete selezionato e come lavorate? dove cercate i semi? girate il mondo di persona ?

La selezione è ormai parte integrante di un programma perpetuo, condizionato solamente da possibili migliorie genetiche (non biogenetiche!). Le nostre varietà selezionate sono contrassegnate dalla sigla S3, che è il nostro modo di catalogare sementi provenienti da piu generazioni di piantine pure. Un modo concreto di avere la certezza che ciò che abbiamo piantato darà il frutto da noi aspettato all’origine. [ ndr – purtroppo a livello internaizonale esisteno semi sterili, ibridati che nel tempo non danno raccolti e frutti resistenti e puri]

Quanta terra avete dedicata al peperoncino e quante piante stanno in un mq di terra?

Esclusivamente al peperoncino abbiamo circa 2ooo metri quadri considerando serra e campo

Quante varietà avete da voi ? Considera che coltiviamo circa 500 specie diversificate annualmente (200 varietà diverse ogni anno). Questo per avere sempre semi di ottima qualità e freschi.

Quali trattamenti fate alle piante ?

Normalmente trattiamo le piante con il Decis Jet evitando il Confidor molto piu potente e sistemico … questa scelta l’abbiamo fatta per salvare le api dal letale confidor! che le ucciderebbe tutte senza scampo.

Come selezionate i semi migliori?

Qui potremmo parlare per almeno un mese … comunque per farla breve..

Dopo avere selezionato la piantina piu bella, piu verde, perfetta visivamente e biologicamente, dopo aver atteso 4/5 anni che si riproduca geneticamente pura senza dare dubbi su malformazioni o ibridazioni con altre similari … allora si inizia la selezione della bella tra le belle! Quindi su 10 piante ce ne sarà una sola in grado di passare i nostri test e quindi rendersi classificabile e riproducibile… mentre le altre serviranno solo come riproduttrici di salsine e polverine varie.

Poi una volta selezionati i frutti che molto prima vengono impollinati artificialmente si mettono negli essiccatori per un giorno o due e si estraggono i semini manualmente e rigorosamente protetti evitando di toccarli con le mani. Dopo si faranno riposare all’ombra per circa 20 giorni per poi ripassare visivamente scegliendo i piu grossi e perfetti.

Da li si scarteranno tutti quelli con caratteristiche non soddisfacenti per i nostri criteri e si confezioneranno quelli che invece saranno destinati alla clientela .

Se una persona volesse acquistare i vostri semi o i vs peperoncini dove li trova?

Solo ed esclusivamente online sul nostro sito! Non esistono rivenditori o altro genere di distributori..

I semi di Hotchili si posso acquistare solo da noi!

http://www.hotchili.it/ecommerce/

 

 

 

 

 

 

 

Autore: valeria

nata in una città di mare dove non si mettono radici ho sempre viaggiato mimetizzandomi nel divenire di luoghi e persone. pratico una cucina corsara al cui centro vive l'attenzione alla materia prima, alle storie, alle provenienze. da anni sono nel commercio equo e solidale, ho attraversato campi, volti e mani di spezie, mescolando culture, diritti e complessità planetarie. sono autrice di "le spezie in cucina" (2004) e "le cucine degli altri" (2008), in ricerca con i laboratori masala per bambini, da 10 anni ormai non smetto di subire senza fine il fascino delle spezie.


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someoneShare on LinkedIn