alici alla curcuma

alici alla curcuma

Oggi ho scelto una ricetta nel blog ” Unmetroquadrodicucina“, che sembra manipolare bene questa spezia e osare al punto giusto.

Nelle pastelle per fritture e nelle panature ci si può sbizzarrire con la curcuma e dare gusto a verdure e pesce. Mescolando la curcuma o un curry dalle note più variegate al pangrattato o a una farina (di ceci all’indiana, di riso alla giapponese o bianca e semplice di grano come s’usa qui per la frittura all’italiana).  E se ne può mettere anche un bel cucchiaio colmo.

Le alici inoltre sono  il pesce meno caro e più buono per noi liguri che ci portiamo l’immagine del pallone di acciughe in mare. Pesce azzurro che tanti non usano a favore di branzini e orate pieni di antibiotici perché di allevamento, è invece ricco nutrizionalmente (acciughe e pallone sott’acqua per chi ha la fortuna di stare nel mediterraneo) , omega3 e grassi buoni, antiossidanti naturali. Non solo il pesce per 100 g di prodotto mette a disposizione il 100% delle proteine, cosa che non accade con la carne.

Io proverei queste alici anche in fritto di olio di semi e al forno, un pelo meno ostiche in salute.

Ho però un appunto a questa ricetta: la curcuma deve essere passata bene in olio e decisamente va sostituito il pepe al peperoncino per la sua massima biodisponibilità !

 

Autore: valeria

nata in una città di mare dove non si mettono radici ho sempre viaggiato mimetizzandomi nel divenire di luoghi e persone. pratico una cucina corsara al cui centro vive l'attenzione alla materia prima, alle storie, alle provenienze. da anni sono nel commercio equo e solidale, ho attraversato campi, volti e mani di spezie, mescolando culture, diritti e complessità planetarie. sono autrice di "le spezie in cucina" (2004) e "le cucine degli altri" (2008), in ricerca con i laboratori masala per bambini, da 10 anni ormai non smetto di subire senza fine il fascino delle spezie.


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someoneShare on LinkedIn